San Pietro di Feletto: “Felix-icis”

Il comune di San Pietro di Feletto, luogo dove abbondano le felci, ha origine intorno al VII, VIII secolo ed è collocato sulle colline moreniche a nord ovest di Conegliano. Tali colline sono coperte di vigneti, soprattutto del vitigno Prosecco.
Tra la vegetazione si segnalano boschi di robinie e di castagni.
Il paese di San Pietro, località rilevante da un punto di vista naturalistico, è poi caratterizzato dalla presenza di numerose case rurali, sparse sulle colline dominate dall’antica pieve di San Pietro; nell’area pianeggiante retrostante quest’ultima, invece, hanno sede villette ed abitazioni di recente fattura, che costituiscono la zona residenziale del paese. Dal punto di vista storico-religioso in questo territorio è caratteristica la chiesa, dove si trova l’affresco del Cristo della Domenica.

Cristo della Domenica.
Si tratta di un’iconografia rara, rappresentante un Cristo, circondato da vari attrezzi del lavoro artigiano e contadino. Lo scopo era quello di semplificare la necessità di santificare le feste. E’un documento storico importante perché permette di capire quali fossero le attività caratteristiche di questo territorio.

Precedente San Gallo: l’eremo dell’homo viator “in un viaggio verso l'eternità” Successivo San Vigilio: Miles Christi