La polenta

La polenta è il cuore della casa veneta, il simbolo popolare della sua cucina; nel territorio del Quartier del Piave, si sono sperimentate tutte le variazioni gastronomiche possibili della polenta.
Tipici di questa zona sono i dolci rustici, molto comuni, fatti con farina gialla.

Prima che venisse scoperta la farina di mais la polenta veniva fatta con il gran saraceno.
Ciò ci induce a pensare che il famoso mais sia arrivato nel Quartier del Piave attraverso i traffici veneziani con l’Oriente, in tempi remoti.
La preparazione è ovunque la stessa: si fa cuocere la farina gialla in acqua o brodo, vi si aggiunge, alla fine, burro, latte, formaggio, sughi e carne.
La parola “polenta”conserva la sua origine latina, puls, plurale pultes. Al tempo dei romani la polenta era fatta con il farro, un cereale più grosso e duro del comune frumento, e non offriva la consistenza della polenta di farina gialla. Si condiva con latte, formaggio, carne di agnello, oppure con salsa acida e maiale.
Nel Quartier del Piave si usava molto abbinare la polenta con il latte detta “pestarei” oppure abbinandola con gli uccelli detta “poenta e osei”.

…paese che vai polenta che trovi…

Precedente Il vino Successivo Piatti tipici