Filastrocca Pin Penin

I bimbi sedevano sulla panca in modo che i loro piedini non toccassero per terra e tenevamo le gambe tese in avanti. Il papà o la mamma toccava con una bacchettina o con la mano tutti i piedini secondo il ritmo di questa filastrocca. L’ultimo piede doveva essere ritirato. Risultava vincitore il bambino il cui piedino era l’ultimo rimasto in gara. La filastrocca era nella zona una delle più note, ne presentiamo una variante.


Pin Penin
quarantin
pena bianca
pi quaranta
pi un
pi do
pi tre
pi quatro
pi zhinque
pi sie
pi sete
pi oto
pan biscoto
biscotin
tre naranzhe
e tre limon
par andar
a l’osteria
cichelo
ciachelo
butelo via

Precedente Vidor Successivo Le anguane